Istituto Mosaico Psicologie

Attività culturali

libro

Il centro ricerche

Fondamenti della ricerca

La ricerca è fondata sull’assunto, ammesso anche da Jung, per cui gli esseri umani avrebbero alcune tendenze naturali, non dipendenti da fattori genetici. Noi abbiamo considerato le due tendenze che condizionano maggiormente il modo di comunicare: introversione ed estroversione.

Il nostro interesse di psicoanalisti considera il processo di formazione della personalità, le sue distorsioni e le conseguenze sull’equilibrio e sulla soddisfazione di vita: quanto più l’individuo riesce a vivere in armonia con la sua tendenza naturale, tanto più può sviluppare un solido benessere interiore.

Ma nella realtà queste due tendenze naturali si modificano, fin dai primi anni di vita, per adattarsi alle esigenze dell’ambiente.

A volte la distorsione è importante e provoca conflitti inconsci permanenti (nevrosi) di gravità diversa.

La nostra principale finalità può essere definita in più modi:

- restituire alla persona la sua naturale modalità di relazione;

- aiutarla a ritrovare la sua spontaneità;

- ricreare equilibrio ed armonia tra le componenti della sua personalità.

Ipotesi di ricerca

Una possibile spiegazione della tendenza naturale, non genetica, in senso d’introversione (chiusura) ed estroversione (apertura) è rintracciabile nel movimento che coinvolge l’intero universo. Tutto nel cosmo segue un andamento ciclico e ritmico di apertura e chiusura, cioè d’espansione e di contrazione.

E’ dimostrato che questo ritmo cosmico influenza diversi esseri viventi ed è logico pensare che possa influenzare anche l’essere umano che del cosmo fa parte.

Obiettivi della ricerca

Premessa: abbiamo la necessità e il dovere di rendere più efficace possibile la psicoanalisi, accorciando i tempi dell’intervento e migliorando i risultati.

Per questo ci siamo prefissati 5 obiettivi:

1. identificare la tendenza naturale di un individuo già in fase di diagnosi;

2. confrontarla con i dati riguardanti i familiari, o i loro sostituti;

3. studiare le reazioni avute nell’impatto con la famiglia durante i primi anni di vita;

4. stabilire che personalità si è formata nell’incontro tra tendenza naturale ed esperienze;

5. decidere quale sia il setting più adatto per ogni persona, tra quello individuale e quello di gruppo.

La metodologia

Poiché la ricerca è in corso, anche se dura da anni, non possiamo dire quale si a la metodologia vincente, tra quelle usate.

Finora ci siamo basati su:

- una ricerca fisiologica che stabilisce una diversità di temperatura corporea tra introversi ed estroversi;

- il test di Rorschach che dichiara di misurare introversione ed estroversione, partendo da condizioni “arcaiche” e rivelando la situazione recente;

- una serie di questionari appositamente studiati;

- il calendario astrologico;

- una prova di reazione fisica al mutamento delle fasi lunari.

Convegni

Dal 1984 ad oggi l’Istituto Mosaico Psicologie ha organizzato i seguenti convegni:

2014, Bologna, “Il narcisismo sulla scena della famiglia”

2013, Bologna, “Psicoanalisi di coppia”

2012, Bologna, “Perversioni e nevrosi nella relazione di coppia”

2011, Bologna, “Il linguaggio della spontaneità nella cultura globale del 3° millennio”

2010, Bologna,  “I corpi nello Psicodramma Analitico di Coppia”

2009, Bologna, “Filologia dell’amore e psicodramma”

2009, Riccione, “Psicodinamica di coppia”

2008, Bologna “Psicomos. Nuove tecniche di training in psicoterapia” (per info 051-582211)

2008, Verona, “Maschera e Identità”

2007, Bologna e Verona, “Innovazione in Psicoanalisi: Psicodramma e altro” – Relatori: J.J. Baranes, A. Rapaggi, L. Mele, L. De Marchi.

2006, Bologna, “Psicoanalisi e Psicodramma, la parola, il corpo” – Relatori: J.J. Baranes, A. Rapaggi.

2006, Bologna, “Psicologi al lavoro” – Relatori: A. Rapaggi, F. Giovannini, M. Mastroianni.

2005, Bologna, “L’Io creativo e il Sé spontaneo” – Relatori: J.J. Baranes, P. Bourdariat, C. Rambaldi, R. Berneche, F. Petrella, P. Cuoghi, M. Santi, P. Pellizzari, A. Rapaggi.

2005, Cereglio (BO), “Bioenergetica di Lowen” – Relatore: R.Silva.

2005, Verona “La scena terapeutica” – Relatore: G. Mazzara.

2004, Verona “Completion is letting go” – Relatore: M. Karp.

2004, Verona,”Azioni e Parole dello Psicodramma” – Relatori: A. Rapaggi, G. Mazzara.

2004, Bologna, “Psicologia dell’Emergenza” – Relatore: V.De Pellegrini.

2003, Bologna, “Fantasmi” – Relatore: O.Rosati.

2001, Bologna, “Lo psicodramma anche in azienda”- Relatori: Richard Normann, A. Rapaggi.

1998, Bologna, “Lo psicodramma e altre tecniche di gruppo” organizzato in dieci incontri.

1997, Bologna, “Lo psicodramma di Moreno”- Relatori: Z. T. Moreno, O. Rosati, A. Rapaggi.

1997, Riccione, “Per una società non violenta un’infanzia serena” – F.Rossi, A. Rapaggi, I.Spano.

1986, “L’individuo nella psicoterapia di gruppo”- Relatori: S. Swartz, G. Cavallari, A. Rapaggi.

1985, Marzabotto (BO), “Creatività naturale e acquisita”- Relatori: H. Joui, A.Rapaggi, L.Leonelli.

1984, Bologna, “Il corpo in psicoanalisi”- Relatori: A. Rapaggi, F. Fabiani.

1984, Marzabotto (BO), “Energetica vocale” – Relatore: M. J. Coleman.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>